Dal punto di vista dei requisiti, degli obblighi e dell’iter procedurale per l’ottenimento della licenza di esercizio, gli impianti di cogenerazione (e di trigenerazione) non differiscono sostanzialmente dagli impianti di produzione di energia elettrica alimentati a fonti rinnovabili. L’elettricità prodotta in cogenerazione e autoconsumata è quindi sottoposta all’accisa sull’energia elettrica.

Vi è però una differenza fondamentale tra gli impianti di cogenerazione e gli altri impianti alimentati da fonti rinnovabili: negli impianti di cogenerazione si utilizzano “prodotti energetici”, cioè carburanti e combustibili (fossili o rinnovabili) che possono essere soggetti o meno al regime delle accise. L’accisa quindi, grava (o meglio può gravare) non solo sull’elettricità ma anche sul prodotto energetico utilizzato.

 

L’accisa sui prodotti energetici utilizzati per la cogenerazione. 

In linea generale, tutti i prodotti energetici utilizzati per produrre elettricità usufruiscono dell’applicazione di un’aliquota agevolata.
Le diverse aliquote sono riportate nella Tabella A allegata al Testo Unico sulle accise. Inoltre, nel caso di “autoproduzione” di energia elettrica, le aliquote sono ridotte al 30%.

Legge 44/2012 Definisce i metodi di calcolo e misura per la defiscalizzazione del gas: Per ogni kWh elettrico prodotto, ad oggi, 0,22 m3 di gas naturale sono sottoposti ad accisa per produzione elettrica (0,0004493 €/m3), ridotta al 30% (0,0001348 €/m3) sulla quota di autoconsumo.

La riduzione di accisa viene applicata in base alla tariffa praticata all’utente e nella situazione più premiante raggiunge più del 75% del valore iniziale.

Tale agevolazione è consentita solo se l’impainto di cogenerazione è definito CAR (Cogenerazione ad Alto Rendimento). Infatti il Decreto Legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 di attuazione della Direttiva Europea 2004/8/CE ha introdotto il nuovo concetto di Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR), definendo nuovi criteri per la definizione della stessa, basati su un unico parametro: il PES (Primary Energy Saving). Le modalità operative per il riconoscimento CAR e i dati necessari per il calcolo del PES sono descritti nel DM 4 agosto 2011, che integra il Decreto Legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 (come anche riportato alla pagina relativa ai MicroCogeneratori di questo sito).